Massaggiatore portatile

Parliamo di massaggiatore elettrico e se sei arrivato fin qui anche tu come me hai una devozione per i massaggi!

Ma non c’è il tempo,  si corre tutto il giorno e alla sera si ha solo voglia di andarsi a infilare a casa.

Mal di testa, cervicale, la schiena a pezzi e le gambe gonfie! No dai…  questa situazione va risolta!

 

Proviamoci

Se mi segui sai già che non è la prima volta che mi attrezzo di massaggiatore elettrico, e questa volta ti mostro quello che per me è il massaggiatore più versatile e semplice da usare!

Sto parlando del Massaggiatore Elettrico a Percussione della NAIPO, che tra le tante virtù ha anche quella di essere ricaricabile e quindi una meraviglia da usare senza fili!

Andiamo per ordine

Ecco come si presenta: ha una forma ergonomica, una impugnatura a prova di percussioni e tante funzioni quante sono le nostre esigenze. Sull’impugnatura il tastierino dei comandi on/off, intensità di massaggio e tipo di massaggio.

 

Ha 3 testine intercambiabili, una per massaggio shiatsu  a punto unico, una a 3 punte, e una per massaggio intensivo a 4 mini testine. Il massaggiatore è fornito di una base dove riporlo ance mentre viene ricaricato.

 

Il massaggiatore ha un sistema a percussione, cioè le testine vibrano a movimento sussultorio e in base alla testina inserita si ottengono benefici diversi.

Ad esempio per “sciogliere” i fastidiosi nodi, cioè quelle contratture da postura alle spalle, è bene usare la testina a 3 punte, che agendo in una zona relativamente precisa distenderà il muscolo. Se invece quello che vogliamo è un massaggio distensivo dei muscoli ma anche rilassante allora è bene usare la testina a 2 mini testine.

Per quanto riguarda le modalità di massaggio sono 5, una a percussione fissa e 4 a percussioni intermittenti con diverso ritmo. In ogni modalità è possibile selezionare la velocità del massaggio, da lenta a molto veloce.

Insomma c’è solo l’imbarazzo della scelta e soprattutto in casa c’è la lotta a chi deve usarlo!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *