Cucitrice Rapesco

Arriva in una scatola di solo cartone, senza altri materiali di rifiuto e questa caratteristica Rapesco mi piace molto, perché mi fa capire che l’azienda è attenta all’ambiente, infatti spesso capita che i prodotti vengano imballati con materiali diversi e la differenziazione dei rifiuti diventa impossibile.

La cucitrice Rapesco si presenta in metallo rinforzato, molto robusto e consistente, con dimensioni importanti e di colore argento lucido (ma ci sono altri colori disponibili).

La cucitrice supporta punti da 24 e 26 con 6/8 mm. Con i punti più grandi la cucitrice può pinzare fino a 50 fogli di grammatura standard da 80.
Il funzionamento di ricarica è a spinta a molla, con una capienza di carica di 59 mm e trovo questa una grande comodità perché mi permette di non ricaricarla continuamente.

Ha un comodissimo manico ergonomico che permette una salda presa per una spillatura stabile e precisa. Inoltre, nonostante le dimensioni e la robustezza della cucitrice la spillatura risulta morbida e agevole e anche con il massimo dei fogli non si fa fatica.

Una caratteristica che trovo utilissima e che spesso le cucitrici non hanno è la possibilità di ottenere 2 spillature diverse. Infatti, la base perno in cui fa forza la spillatrice per pinzare i fogli è una base a doppia funzione. Da una parte avviene la pinzatura classica con i punti chiusi con piegatura verso l’interno. Ruotando la base perno con un movimento molto semplice otteniamo una pinzatura dei fogli con i punti piegati verso l’esterno. Questa funzione è utile anche per eseguire una pinzatura temporanea dei fogli.

Avendo a che fare quotidianamente in ufficio con prodotti di questo genere posso senz’altro affermare che questa cucitrice è un eccellente prodotto, molto robusto, preciso, senza inceppi e non fallisce un colpo. La comodità di avere una cucitrice a doppia spillatura che riesce a pinzare addirittura 50 fogli per me è stato davvero un grande aiuto, indispensabile.

La trovate in vendita su Amazon http://amzn.to/28Shnhz

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *