Attrezzi da giardino

Questo articolo sugli attrezzi da giardino lo scrivo in risposta ai messaggi ricevuti e per questo vi ringrazio tutti, uno ad uno!

Come saprete, se siete miei lettori, ho una passione per il i fiori, le piante e la cura del giardino.

Già in questi articoli vi parlai dell’alternativa al prato, delle tappezzanti al posto del prato e delle rose che abbelliscono ogni giardino.

Adesso voglio darvi qualche utile consiglio sulla manutenzione e soprattutto sugli attrezzi da giardino indispensabili.

Tosaerba

Partiamo dagli attrezzi da giardino indispensabili se avete scelto un manto erboso anche alternativo al prato, come ad esempio il pepolino di cui vi parlo qui

Per non perdervi tutti i nuovi articoli potete iscrivervi alla newsletter

 

Mi avete chiesto se bisogna falciare il manto di pepolino. In realtà non è necessario, perché non supera i 10 cm di altezza. Ma se volete un manto più basso la soluzione è un tosaerba manuale.

Vi consiglio il tosaerba manuale perché, al contrario di quelli elettrici o a scoppio, è meno aggressivo sull’erba. Usando il tosaerba manuale, regolato alla giusta altezza, otterrete risultati più naturali e tagli meno netti e violenti.

Ci sono tanti tosaerba manuali in commercio, io vi consiglio di dare un’occhiata a questo, venduto su Amazon.

Ha un buon raggio di rasatura, 40 cm, è molto leggero, ha una sacca capiente ed è ecologico!

Permette di scegliere 4 altezze del taglio, tra 15-35 mm.

 

[do_widget id=text-134]

 

Se comunque preferite un tosaerba elettrico, io vi consiglio un’accoppiata senza dubbio molto efficiente.

Infatti su Amazon ho trovato un tosaerba e un tagliabordi elettrici, venduti insieme ad un ottimo prezzo, li trovate qui. Con l’aggiunta del tagliabordi si riesce a mantenere in ordine anche le parti più difficili da raggiungere.

Sia la soluzione manuale che elettrica sono idonee ovviamente anche se avete scelto il classico prato.

Forbici e cesoie

Tra gli attrezzi da giardino basilari non possono mancare le forbici e le cesoie.

Utili con tutti i tipi di prato, piante, fiori, arbusti e alberi.

Scegliere una cesoia con le giuste caratteristiche è importante. Una buona cesoia permette tagli professionali anche ai meno esperti e garantisce un comfort durante l’uso.

Proprio per questo motivo bisogna scegliere forbici e cesoie che abbiano prima di tutto lame robuste e dal taglio morbido ma preciso. Inoltre bisogna scegliere forbici che abbiamo una impugnatura ergonomica, morbida e utilizzabile con una sola mano.

Ne compro sempre molte a dire il vero, mi piace avere forbici dedicate ai tipi di potatura che devo effettuare. Ma ci sono in commercio forbici universali adatta un pò a tutti i tipi di taglio. Su Amazon qui ne trovate tantissime, ma adesso vi darò qualche utile consiglio.

Sicuramente tra gli attrezzi da giardino non possono mancare le cesoie a taglio orizzontale, rigorosamente a impugnatura singola. Su Amazon ne ho trovata una davvero robusta e multi uso, adatta al prato negli angoli più piccoli, alle rampicanti e alle siepi. L’impugnatura a una mano, ergonomica e morbida fanno di questa cesoia un ottimo alleato.

 

[do_widget id=text-134]

 

Poi ci sono le forbici per vere e proprie potature, robuste e con lame affilatissime. Molto dipende dal tipo di potatura che serve effettuare, ma in generale delle forbici universali vanno bene per molti tipi di piante.

Quelle che prediligo sono le forbici a stampo professionale, belle grandi e molto precise,. Su Amazon ce ne sono tante tra cui potete scegliere secondo necessità, io vi consiglio queste e queste per potature più leggere, e queste per potature più  importanti.

 

Altre forbici molto utili sono quelle a manico lungo. Ottime per raggiungere determinate altezze e anche angoli più particolari. Su Amazon ne trovate molte, queste e queste sono di ottima fattura, ergonomiche e robuste.

 

 

Rastrelli e pale

Pale e rastrelli non possono mancare, perché servono in svariate situazioni e risolvono spesso tanti problemi.

In particolare i rastrelli sono fondamentali per liberare il prato da foglie e pietre. Inoltre sono ottime nel caso in cui avete scelto un’alternativa al classico prato. Rastrellano di tanto in tanto il manto erboso si manterrà più soffice e verranno rimossi eventuali rametti secchi. Anche prima della tosatura una passata di rastrello facilita i lavori.

Se avete manto erboso, classico o alternativo, il rastrello giusto è quello a denti morbidi e flessibili. Su Amazon potete scegliere tra diversi modelli, io vi consiglio questo e questo o questa scopa raccogli foglie.

Se invece avete bisogno di un rastrello che faccia un lavoro più incisivo, rastrellare il terreno, raccogliere pietre, io vi consiglio la versione a denti corti e non flessibili, come questo o questo.

Se come me avete zone con terreno un pò troppo ammassato e duro, io ho risolto con un particolare rastrello, che funge anche da estirpatore. I suoi denti appuntiti e affilati riescono, con un pò di forza, a spaccare zolle e rimuovere erbacce difficili. Anche questo lo trovate su Amazon qui.

Per quanto riguarda le pale sono utili davvero sempre. Per rivangare il terreno, per rinvasare, per tutto quello che richiese lo spostamento di terra. Ci sono i modelli a manico lungo o corto. Ci sono quelle piatte o più capienti. Insomma diverse soluzioni per tutte le necessità, qui ne troverete molte

 

Organizzazione degli attrezzi da giardino

Avere tanti attrezzi da giardino è comodo, ma spesso non si ha lo spazio necessario per custodirli adeguatamente.

Ci sono varie soluzioni per tenere al riparo i propri attrezzi, dipende solo dalle nostre esigenze. In commercio ci sono dei carinissimi bauli adatti per stare all’esterno, come questi. Belli anche esteticamente e quindi gradevoli anche in bella vista, soprattutto questi con materiale effetto legno.

Poi ci sono soluzioni, meno economiche ma molto più belle e capienti, i ripostigli e casette come questi.


 

Aggiornerò via via l’articolo per nuovi attrezzi, rimanete aggiornati con la newsletter

Grazie per l’attenzione e fatemi sapere nei commenti cosa be pensate!

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *